Skip to main content
800 035425

Gengive che si ritraggono: Cause e rimedi

Da anni ci occupiamo della salute e del trattamento delle gengive dei nostri pazienti e, le gengive che si ritraggono, sono un sintomo comune a molti di loro. Ma da cosa dipende davvero e, soprattutto, quali sono le azioni da intraprendere?

Gengive che si ritraggono: Cause

La recessione delle gengive è definita come uno spostamento del margine gengivale, che può essere causata da diversi fattori di rischio. Questa condizione può interessare potenzialmente tutte le superfici dei denti, ma si presenta più frequentemente nei settori anteriori della bocca.

La recessione gengivale non costituisce di per sé una patologia e si presenta in maniera graduale ed asintomatica. Rappresenta, piuttosto, un campanello d’allarme per la presenza di un’altra condizione e se non trattata può  compromettere l’estetica ed il sorriso.

Ma quali sono le reali cause che la determinano?

Perché accade il fenomeno delle “gengive che si ritirano”?

Il trauma da occlusione, ovvero quell’insieme di adattamenti che i nostri tessuti parodontali devono adoperare per compensare una occlusione scorretta della bocca, è stato considerato per lungo tempo una causa della recessione gengivale.

Tuttavia, l’evidenza scientifica attuale afferma che le forze occlusali non possono essere responsabili della recessione gengivale.

Approfondimento: Cosa è l’occlusione della bocca?? La parodontite può causare la recessione delle gengive L’occlusione dentale è il modo in cui si allineano tra di loro le due arcate dentarie (superiore e inferiore), chiamato più comunemente anche morso. La branca dell’odontoiatria che si occupa del corretto allineamento dei denti è l’ortodonzia.

Gli spostamenti ortodontici possono invece determinare effetti avversi sul parodonto?

Si! Gli spostamenti ortodontici possono essere associati a perdita di tessuto e, dunque, a recessione gengivali; esse si presentano:

  • in assenza di controllo di placca: ovvero in pazienti con abitudini di igiene scorrette o che non svolgono le raccomandate sedute periodiche di igiene orale professionale;
  • in pazienti che hanno parodontite non stabilizzata.

Nei soggetti giovani le recessioni gengivali si possono presentare in conseguenza di uno spazzolamento eccessivamente energico, soprattutto se svolto con lo spazzolino manuale. In questi casi è necessario seguire le istruzioni fornite dalle igieniste per uno spazzolamento corretto e atraumatico.

Gengive che si ritraggono: Conseguenze

Quali sono le possibili conseguenze delle gengive che si ritirano?

Le recessioni gengivali possono comportare una serie di conseguenze, quali:

  • Alterazione dell’estetica;
  • Ipersensibilità dentinale;
  • Carie/lesioni cervicali non cariose (NCCL).

Lo spostamento del margine gengivale, oltre a causare un danno estetico, provoca anche una esposizione della radice del dente, ovvero un’area non coperta dallo smalto e dunque più facilmente esposta all’insorgenza di carie.

Di conseguenza, queste zone possono essere coinvolte più frequentemente in processi cariosi o in fenomeni di ipersensibilità agli stimoli termici (caldo/freddo), agli stimoli chimici (es.mentre mangiamo alimenti fortemente zuccherati o acidi), agli stimoli pressori (es. spesso capita di avvertire dolore durante un viaggio in aereo).

Gengive che si ritraggono: Rimedi. Esiste un trattamento?

Le gengive che si ritraggono possono essere sicuramente trattate mediante piccolissimi interventi di chirurgia plastica parodontale. Tuttavia, prima di procedere ad un qualsiasi trattamento è necessario sottoporsi ad una prima visita diagnostica specialistica. Tale visita è indispensabile per comprendere la natura delle recessioni e per verificare se esse siano o meno associate a parodontite.

Parocentro è un centro di eccellenza per la cura delle malattie che colpiscono le gengive, nonché punto di riferimento a Pisa e in tutta Italia.

Per qualsiasi informazione inerente alla salute delle tue gengive, puoi contattarci tramite l’apposito modulo o chiamare il nostro numero verde.

Fonti:

Jepsen S. et al. (2018). Periodontal manifestations of systemic diseases and developmental and acquired conditions: Consensus report of workgroup 3 of the 2017 World Workshop on the Classification of Periodontal and Peri‐Implant Diseases and Conditions. Journal of Clinical Periodontology, 45(20). 219-229. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29926500/ 

 

contact action add button